Alle origini dei generi pittorici fra l’Italia e l’Europa, 1600 ca.

///Alle origini dei generi pittorici fra l’Italia e l’Europa, 1600 ca.

Alle origini dei generi pittorici fra l’Italia e l’Europa, 1600 ca.





23,00

Iva assolta dall’editore (Art. 74)

ISBN: 978-88-96600-79-5

Descrizione

Alle origini dei generi pittorici fra l’Italia e l’Europa, 1600 ca.

a cura di Carlo Corsato e Bernard Aikema

La letteratura artistica seicentesca ha posto i fondamenti teorici per la suddivisione in generi delle diverse categorie iconografiche di cui la pittura si compone. Questa classificazione da allora è entrata nell’uso comune e nel linguaggio dell’arte in modo talmente pervasivo da farla sembrare connaturata all’arte stessa; è implicitamente passato in secondo piano il fatto che, come ogni fenomeno culturale, anche i generi pittorici hanno un loro momento d’inizio che ne condizionò la definizione e l’identità. Dove rintracciare, dunque, le origini di questo fenomeno?
Il tema, ricco e affascinante, costituisce il cuore di questo volume, frutto dello sforzo collettivo di un gruppo di studiosi che hanno condiviso e confrontato differenti metodologie e background di ricerca.
Gli otto casi studio, muovendosi tra Venezia, Roma, Colonia, Francoforte e Anversa, mettono a fuoco alcune delle principali tematiche collegate allo sviluppo della pittura europea a cavallo tra ’500 e ’600: dalle pratiche di bottega e la specializzazione degli artisti, alla professionalizzazione mercantile dei pittori e alle loro connessioni con i mercanti, senza dimenticare alcune ben note tipologie pittoriche, dai cabinet paintings (o quadri da stanza) ai paesaggi affrescati, fino a una nuova ridefinizione visiva della pittura devozionale.

Soggetto: Saggistica
Collana: Festina Lente / Miscellanea

Informazioni aggiuntive

Confezione / conf

Brossura con alette

Misure / Sizes

165 mm x 9 mm x240 mm

Pagine / Pages

144

Immagini / Images

30

Lingua / Language

Italiano